CLIMB
Vai ai contenuti

La ricerca è uno dei pilastri fondanti di IRESS; ne consegue un’intensa attività pubblicistica alimentata dall’approccio formativo-laboratoriale tipico dell’Istituto. Tale approccio infatti prevede la costruzione di output/documentazioni strutturate ed organiche prodotte dai gruppi di lavoro in formazione che devono essere condivisi e divulgati per incrementare gli apprendimenti.

Le pubblicazioni realizzate nel corso dei decenni sono innumerevoli e di varia natura e riguardano  soprattutto i modelli di erogazione dei servizi alle persone e i modelli di governance del sistema. In questo quadro esse danno  particolare rilevanza alla promozione, allo sviluppo e al consolidamento del welfare mix e del welfare comunitario e conseguentemente alla partecipazione e alle forme di rappresentanza dei diversi soggetti del terzo settore e della comunità locale. Esse presentano  anche mappature ed analisi di bisogni in ambito socio-sanitario ed educativo e valutazioni della  programmazione delle politiche formative, socio-sanitarie ed educative degli Enti Territoriali.

Diversi titoli vertono sulla descrizione del notevole bagaglio esperienziale che l’Istituto vanta nell’ambito della valutazione e monitoraggio sia dei sistemi per l’erogazione di servizi socio-sanitari ed educativi, sia dell’impatto che Enti Pubblici ed organizzazioni del Terzo Settore riescono ad ottenere con le loro attività.


Alcuni esempi delle più recenti pubblicazioni di IRESS:




L’IRESS documenta il proprio lavoro anche attraverso la pubblicazione di articoli in Riviste specializzate. Si veda in particolare Autonomie locali e servizi sociali, ed. Il Mulino, in cui sono stati pubblicati i seguenti articoli:

~ Piccinini Rossella, Terremoto in Emilia e diritti dei bambini - Un’indagine Save the children/IRESS, n. 3/2012.
~ Franzoni Flavia, Comunità: una risorsa per il welfare, n.3/2012.
~ Franzoni Flavia, Collaborazioni tra istituzioni pubbliche, non-profit e imprese eticamente responsabili: verso un nuovo welfare?, n. 2/2012.
~ Anconelli Marisa, Servizi educativi per la prima infanzia: un dibattito tutt’altro che esaurito. n. 2/2012.
~ Saruis Tatiana, Tra assistenza legale e intervento sociale: l’esperienza di Avvocato di strada, n. 1/2012
~ Piccinini Rossella, Ragazzini Francesca, La rete degli sportelli sociali in Emilia-Romagna n.1/2011.
~ Anconelli Marisa, Bosi Paolo, Di Nicola Paola, Trent’anni di IRESS a Bologna: un’occasione per parlare di welfare locale n.1/2011.
~ Anconelli Marisa, Ragazzini Francesca, Nuovi strumenti per la programmazione sociale e sanitaria. Profili di comunità e Atti di indirizzo in Emilia Romagna, n.2/2010.
~ Saruis Tatiana, Servizi educativi e famiglie in Emilia-Romagna. Due ricerche empiriche, n.3/2009.
~ Teodosi Nicoletta, Comunicare le strategie europee per l’inclusione sociale: il progetto Street, n. 2/2008.

ALCUNE PUBBLICAZIONI

PROGETTO “POL.I.S. – POLITICHE PER L'INCLUSIONE SOCIALE” - ESITI Azione A.4 – RICERCA EMPIRICA PARTECIPATA - Maggio 2014

Il documento riporta gli esiti della ricerca empirica partecipata in tema di povertà svolta nell’ambito del progetto POL.I.S Politiche per l’inclusione sociale (P.O. Puglia FSE 2007-2013 –  Asse VII – Capacità istituzionale, Avviso n. 2/2012 – Progetti per la ricerca e il monitoraggio delle politiche di inclusione sociale –  D.D. n. 2015 del 17/12/2012 pubblicata sul BURP n. 02 del 03/01/2013 – Area tematica 1 – Politiche per il contrasto delle nuove povertà e dei rischi di marginalità sociale connessi alla crisi economica e del mercato del lavoro). L’indagine ha coinvolto un centinaio di referenti del Pubblico e del Privato sociale ai quali è stato chiesto di fornire una lettura della povertà e dell’impoverimento in Puglia in termini di principali tendenze, modificazione del bisogno e della domanda.

Idee in cammino… in tema di Interventi innovativi in ambito ‘povertà. Quali azioni, quale welfare in tempo di crisi. Esiti e riflessioni di un percorso formativo-laboratoriale’ – 2014

Il presente documento dà conto di un complesso percorso di analisi e di formazione-laboratoriale relativo al tema dell’impatto della crisi economica sui sistemi di welfare locale nella Regione Emilia-Romagna. Il documento si compone di due parti: nella prima si propone una serie di riflessione sui concetti di ‘povertà’ e ‘impoverimento’, sulla capacità dei servizi alla persona di reagire alla ‘nuova domanda’ determinata dalle conseguenze della crisi economica, in un situazione di forte pressione dei servizi stessi. Si propone altresì una disamina di alcune pubblicazioni (relative al 2012) circa questi temi. Tali riflessioni sono state presentate in specifiche occasioni seminariali che hanno dato avvio al lavoro svoltosi entro i gruppi tematici: indebitamento e stili di consumo, emergenza abitativa, beni di prima necessità.

Valutare i processi programmatori locali: una sfida ancora attuale. Esiti del percorso di sperimentazione del sistema di Valutazione dei Piani di zona nella Provincia di Bologna

Il rapporto dà conto degli esiti della sperimentazione di un sistema di valutazione dei Piani di zona triennali distrettuali avviatosi nel 2010, anno in cui la Provincia di Bologna, considerando la valutazione come una fase imprescindibile dei nuovi processi di programmazione strategica avviati con il PSSR del 2008, si pose l'obiettivo di elaborare, insieme a IRESS, un modello di valutazione della programmazione socio‐sanitaria integrata a livello distrettuale. (il documento è scaricabile qui)

Sportelli sociali in Provincia di Bologna: prassi di accoglienza e dinamiche organizzative. Esiti e proposte di un percorso formativo-laboratoriale’ - 2013

Il rapporto dà conto degli esiti di un percorso formativo-laboratoriale costruito attorno alla necessità di migliorare i processi intra-organizzativi degli sportelli sociali relativi all’accoglimento della domanda espressa, all’accesso e alla presa in carico; tutto ciò a circa dieci anni dalle prime sperimentazioni di sportello sociale nel territorio provinciale e a circa cinque anni dall’implementazione diffusa di tale servizio. Le tre principali finalità dei laboratori sono così riassumibili: migliorare il ruolo dello sportello sociale come ‘fondamentale nodo’ per costruire l’osservatorio del bisogno di livello provinciale; migliorare la connessione e il raccordo fra Sportello sociale e Servizio sociale territoriale; migliorare l’implementazione del sistema Garsia, individuando elementi minimi comuni irrinunciabili funzionali alla sua applicabilità ad ampio raggio. (il documento è scaricabile qui)


Scelte politiche e operative per i servizi 0-3 anni

Il rapporto dà conto di una ricerca  realizzata nel 2010  (e presentata nel 2011) per conto della Provincia di Bologna sui processi di scelta della programmazione locale in tema di servizi per la prima infanzia, letti attraverso i punti di vista di tutti i soggetti in campo - tecnici dei servizi comunali, assessori di riferimento, gestori di servizi del privato e del terzo settore, genitori con figli frequentanti servizi 0-3 anni La ricerca raccoglie percezioni e dati in tema di offerta di interventi e servizi per la prima infanzia, la loro capacità di risposta alle nuove esigenze delle famiglie, la qualità delle risposte attivate dal sistema di welfare locale.

Il sostegno alla genitorialità oggi. Pensare e agire le alleanze educative nella comunità. Quaderno n.28 Regione Emilia-Romagna 2013

La pubblicazione riporta gli esiti di un percorso formativo-laboratoriale rivolto ad operatori dei servizi per l’infanzia, l’adolescenza e la famiglia della Regione Emilia-Romagna. I temi trattati sono: la promozione del benessere e il sostegno alla genitorialità, la prevenzione nel sostegno della genitorialità a rischio e la protezione e la cura nel sostegno alla genitorialità disagiata. Il testo contiene anche un quadro sintetico delle politiche regionali a sostegno della genitorialità e una disamina multidisciplinare delle principali pubblicazioni della Regione Emilia-Romagna sul tema.

L’impatto del sisma sui diritti dei bambini in Emilia - 2012

Il rapporto redatto da  Iress  per conto di Save the Children analizza le azioni messe in campo da enti pubblici e soggetti privati a tutela dei diritti dei bambini che vivono nelle zone colpite dal sisma. Esse hanno riguardato sia l’emergenza che il lungo periodo. In particolare si considerano le azioni finalizzate al ripristino dei servizi educativi (scolastici e non) reso possibile dalla veloce ricostruzione degli edifici scolastici. Il rapporto analizza anche alcuni aspetti organizzativi, quali il coordinamento tra gli aiuti messi in campo dai servizi territoriali e quelli offerti da organizzazioni esterne rispetto al territorio interessato, così come la collaborazione non sempre facile tra professionisti e volontari.

Povertà e cittadinanza: sulla strada per l’inclusione - 2012

Il Rapporto dà conto di una ricerca condotta da  Iress  e promossa dall’organizzazione di volontariato Avvocati di Strada ONLUS (Bologna) insieme all’Associazione Porta Aperta di Modena, al Gruppo laico missionario di Reggio Emilia e all’Associazione Viale K di Ferrara, con il finanziamento dei Centri Servizi per il Volontariato di Bologna  Modena. In esso sono descritte le caratteristiche, i bisogni e le domande espresse delle persone che accedono agli  sportelli di Avvocati di Strada. Essi offrono tutela legale gratuita ai senza dimora e alle vittime di tratta, ma anche ascolto e accompagnamento a tutti coloro che accedono allo sportello per informazioni sul gratuito patrocinio, sui permessi di soggiorno, sui fogli di via o le indicazioni per l’accesso ad altri servizi.

I servizi educativi per la prima infanzia nella Provincia di Bologna - 2011

Il rapporto analizza ed elabora i dati relativi ai servizi educativi per la prima infanzia della provincia di Bologna, raccolti dai sistemi informativi della Regione Emilia-Romagna in riferimento all'anno scolastico 2006/2007. Il rapporto presenta una comparazione diacronica in serie storica che consente di leggere i dati in modo dinamico, evidenziando quindi le tendenze. Oltre al confronto temporale, nel testo sono riportate elaborazioni per singoli distretti (o zone sociali) che consentono una lettura territoriale dell'offerta dei servizi per la prima infanzia. Il rapporto illustra anche quanto emerso, in termini di riflessioni e valutazioni, da un focus group con il Coordinamento Pedagogico Provinciale e dal confronto con i referenti della Provincia.

Un modello di valutazione per i Piani di Zona per la Salute ed il Benessere Sociale - 2011

Il rapporto contiene gli esiti di un laboratorio a cui hanno partecipato i responsabili della formazione locale ed individua sei criteri di valutazione della programmazione di zona triennale: Rispondenza, Rilevanza, Partecipazione, Integrazione, Impiego delle risorse e Comunicabilità. Il rapporto include le procedure per l’implementazione dei criteri stessi secondo un approccio valutativo di tipo costruttivista.

Gli sportelli sociali in Emilia Romagna: esiti del primo monitoraggio – 2010

Il rapporto presenta gli esiti del primo monitoraggio sulla rete degli sportelli sociali in Emilia Romagna. L'indagine ricostruisce la presenza e le principali caratteristiche degli sportelli sociali, approfondisce le scelte organizzative, le modalità di funzionamento del servizio in rapporto all'utenza, nonchè il raccordo con tutti i servizi rientranti nel ‘welfare dell’accesso’.

Le ricerche  Iress  nel Distretto Sud-Est: gli strumenti di un percorso, IV Rapporto di ricerca - 2009

Ripensare il sistema di welfare implica una revisione delle tradizionali misure di assistenza e la ricerca di maggiore efficienza dei servizi. A conclusione di un percorso triennale di ricerca sul fenomeno della povertà in ambito distrettuale, il rapporto del 2009 promuove il rafforzamento di un sapere comune fondato su capacità di progettazione, gestione e valutazione di servizi alla persona, e sulla valorizzazione delle buone prassi in ambito distrettuale. Nel rapporto viene definita una mappa delle priorità in tema di bisogni e servizi sociosanitari, anche alla luce di una lettura critica e analitica dei Piani di Zona del distretto Sud-Est della Provincia di Ferrara.

I nuovi strumenti della programmazione regionale: la sfida del profilo di comunità e del lato di indirizzo e coordinamento triennale -  2009

Il rapporto offre un quadro valutativo e descrittivo degli strumenti e processi programmatori delle politiche integrate in Emilia-Romagna. Esso è costituito dall'analisi dei dieci Profili di comunità emiliano-romagnoli e offre altresì un approfondimento sugli Atti di indirizzo triennali delle Conferenze territoriali socio-sanitarie (di cui i Profili di comunità costituiscono parte integrante).

La povertà in Emilia-Romagna: monitorare il fenomeno, osservare le prese in carico - 2007

Il rapporto di ricerca presenta gli esiti del percorso di analisi del gruppo di lavoro condotto da  Iress  sui temi di povertà ed esclusione sociale in Emilia-Romagna.

Politiche formative per il territorio: un percorso di lettura - 2007  

La ricerca valutativa condotta da  Iress  tra il 2003 e il 2006 ha permesso di cogliere le dimensioni relative allo sviluppo e alla qualità delle politiche provinciali per la formazione professionale in riferimento agli interventi realizzati con la programmazione provinciale FSE 2000-2002 - Obiettivo III. Per la sua realizzazione sono stati individuati indicatori di risultato e di realizzazione adatti alla valutazione di politiche pubbliche provinciali in tema di formazione professionale a livello provinciale.

Realizzazione di una ricerca-azione sui servizi educativi e i bisogni alle famiglie con minori 0-14 anni; rapporto finale - 2005

Rapporto della ricerca-azione realizzata da  Iress  nel 2004-2005 per conto della Provincia di Ravenna sull'offerta di servizi per famiglie con bambini di 0-14 anni di età. La ricerca è stata costituita da una dettagliata analisi degli interventi realizzati da tutti i Comuni in ambito socio-assistenziale e socio-educativo, nonchè da una indagine empirica realizzata tramite questionario presso duecento famiglie ravennati per analizzarne bisogni e aspettative sui servizi offerti nel territorio.

Sentieri d'Ambra. Dieci anni di esperienza sociale dei cooperatori di Ambra - 2005

Il volume presenta un quadro dell'organizzazione aziendale della cooperativa sociale "Ambra" impegnata in varie regioni italiane. Si tratta di una ricerca sul campo consistente nella raccolta delle opinioni dei protagonisti, lavoratori soci e non (operatori di base, dirigenti e quadri, membri del consiglio di amministrazione) e dei soggetti che nei vari territori lavorano con la cooperativa (amministratori pubblici locali, responsabili dei servizi sociali e sanitari, rappresentanti del privato profit, ecc.).

Il Forum del terzo settore in Emilia-Romagna; alla ricerca di rappresentanza - 2005  

Il complesso mondo del Terzo settore, articolato in numerose organizzazioni, trova espressione e rappresentanza nei Forum Permanenti del Terzo settore che, a livello nazionale, regionale e provinciale, costituiscono un’importante rete che agevola la partecipazione sociale e favorisce i meccanismi di rappresentanza. Il volume propone i principali risultati di una ricerca-azione condotta da  Iress   nell’ambito del Progetto Forrest - "Forum reti e risorse per l’economia sociale del territorio" - sul sistema Forum, individuato come il ‘luogo di rappresentanza’, di elaborazione e confronto che le diverse forze del volontariato, associazionismo e cooperazione sociale sono andate costruendo in questi anni. Tutto il percorso, centrato sul caso emiliano-romagnolo, è stato realizzato in stretta collaborazione con il Forum del Terzo settore dell’Emilia-Romagna ed ha fornito, da un lato, un’occasione per momenti di riflessione e di approfondimento da parte dello stesso Forum sul proprio ruolo e la propria storia e, dall’altro, ha consentito di tracciare un quadro complessivo della rete dei Forum Provinciali e del ruolo giocato da tutti questi soggetti nel sistema di welfare locale. Ne nasce un quadro con molte sfaccettature, che mette in evidenza quanto il ‘sistema’ Forum possa, insieme alle organizzazioni che ne fanno parte, essere espressione di rappresentanza collettiva in grado di incentivare la formazione di una cultura politica e sociale del Terzo Settore.

Rapporto CSV 2004; La valutazione del sistema regionale dei Centri di Servizio per il Volontariato - 2004

Il rapporto descrive la valutazione condotta da  Iress  per l'anno 2004 delle attività di nove Centri di Servizio per il Volontariato – CSV. L'impianto messo a punto ha sviluppato l'azione valutativa al termine delle attività programmate, descrivendo le caratteristiche dei servizi offerti dai CSV. Il sistema di verifica ha operato mediante sedici indicatori in riferimento a quattro ambiti di analisi: Attività/servizi, Risorse umane, Spese di erogazione servizi, Progetti e territorio. Il rapporto presenta, su questi aspetti, dati quantitativi e riflessioni di sintesi.

Ausilio nella rete della solidarietà - 2004  

"Ausilio" è un'esperienza nata su iniziativa dei soci di Coop Adriatica per aiutare le persone anziane e in difficoltà, recapitando la spesa gratuitamente a domicilio, e in alcuni casi accompagnandole al negozio. Ausilio ha potuto contare su un ampliamento progressivo per numero di volontari e presenza sul territorio. La ricerca di  Iress  fornisce un quadro completo dello sviluppo del progetto, descrivendone la genesi, le trasformazioni e i risultati raggiunti. Offre altresì elementi per una riflessione intorno a temi attuali, quali la responsabilità sociale di impresa, le nuove forme di sussidiarietà orizzontale, il welfare aziendale, ecc.

Famiglie e territorio; azioni e servizi a sostegno della famiglia nei Comuni della Provincia di Modena - 2000

Il testo costituisce un contributo allo studio e alla riflessione sul complesso panorama delle politiche e delle azioni attuate a sostegno della famiglia. In particolare, rivolge la propria attenzione a quanto nel territorio della Provincia di Modena viene messo in campo a sostegno delle famiglie, con speciale riferimento a quelle di recente formazione o con figli minori. In prima istanza,  Iress  ha ricostruito un quadro complessivo dell'offerta di servizi e prestazioni (i) che sostengono il "farsi" stesso della famiglia (politiche per la casa, prestiti sull'onore, altri sostegni economici), (ii) che sorreggono le funzioni genitoriali (servizi socio-educativi, tradizionali e innovativi) e (iii) che rafforzano le funzioni sociali della famiglia come risorsa per la comunità. In seconda istanza, si è proceduto ad un "sondaggio" dalla parte della domanda al fine di coglierne le principali caratteristiche, la sintonia con l'offerta e i punti critici in una fase di mutamento delle strutture famigliari. Un'analisi accurata che tiene conto delle peculiarità del territorio e delle "buone pratiche" ivi realizzate, che ha consentito altresì una riflessione a tutto campo circa le ragioni della famiglia sullo sfondo delle trasformazioni in atto nell'intero sistema di welfare.

I laboratori di Piazza Grande tra lavoro e intervento sociale - 1999

La ricerca è stata realizzata da  Iress  con il coinvolgimento di soggetti svantaggiati in qualità di mediatori/intervistatori e ha consentito di osservare l’esperienza innovativa dei Laboratori per il supporto all’auto-imprenditorialità nell'area del disagio sociale adulto realizzati da Piazza Grande, un’associazione/cooperativa impegnata nella lotta all'esclusione sociale.  Iress  ha analizzato azioni ed interventi sperimentali finalizzati alla promozione di percorsi individuali che, dall'esclusione sociale, portino all'inserimento lavorativo. La tematizzazione svolta ha usufruito di competenze sociologiche, integrate da contributi di tipo giuridico ed economico.

Torna ai contenuti